Decreto Ristori-quater proroga (parziale) versamenti imposte

Stampa

Nella tarda serata di ieri è stato approvato il c.d. Decreto Ristori-quater. Il testo ad oggi non è ancora noto, ma sono stati diffusi i primi contenuti attraverso un comunicato stampa. Tra le indicazioni fornite viene evidenziato che il versamento del secondo acconto di Irpef, Ires e Irap viene prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre per tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione.

La proroga è estesa al 30 aprile per le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nei primi sei mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. La proroga si applica inoltre alle attività oggetto delle misure restrittive del Dpcm del 3 novembre e a quelle operanti nelle zone rosse, nonché per i ristoranti in zona arancione, a prescindere dal volume di fatturato e dall’andamento dello stesso.

In sintesi, dalle prime indicazioni la proroga NON riguarda:

-        Contributi Inps

-        Versamenti da parte di soggetti privati

N.B.: si invita chi fosse interessato a valutare la proroga di cui sopra a prendere contatti con lo studio per verificare se le deleghe a suo tempo trasmesse rientrino o meno tra quelle che prorogabili.