Circolare n. 12 Lavoro – Decreto Ristori e misure per le aziende in ambito lavoro

Stampa

CIRCOLARE N. 12-2020/Consulenza del lavoro

OGGETTO: DECRETO RISTORI E MISURE PER LE AZIENDE IN AMBITO LAVORO

Il Consiglio dei Ministri del 27 ottobre ha approvato il cd. "Decreto Ristori" (Decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137) che introduce ulteriori misure urgenti per la tutela della salute e per il sostegno ai lavoratori e ai settori produttivi, connesse all'epidemia da COVID-19. Riportiamo in sintesi alcune delle misure previste, in attesa di eventuali ulteriori sviluppi.

 

AMMORTIZZATORI SOCIALI (art.12)

Il Decreto Ristori introduce ulteriori 6 settimane di CIGO, FIS e Assegno Ordinario per i datori di lavoro che sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all'emergenza epidemiologica da COVID-19, nel periodo ricompreso tra il 16 novembre 2020 e il 31 gennaio 2021.

 

DESTINATARI

·         I datori di lavoro, ai quali sia già stato autorizzato l’ulteriore periodo di 9 settimane previsto dal Decreto Agosto a condizione che sia integralmente decorso tale periodo.

·         I datori di lavoro che rientrano tra i settori interessati a chiusure o limitazione delle attività previsti dall’allegato 1 del DPCM 24 ottobre 2020 (riportati in calce alla presente).

I periodi già richiesti ai sensi del precedente Decreto, che si collocano anche parzialmente oltre il 15 Novembre 2020, sono imputati alle 6 settimane previste dal D.L. Ristori.

 

CONTRIBUTO ADDIZIONALE

Le ulteriori 6 settimane possono essere soggette a contributo addizionale.

Nello specifico lo stesso è calcolato in misura pari alle seguenti percentuali della retribuzione globale che sarebbe spettata al lavoratore per le ore non prestate durante la sospensione o la riduzione di orario:

§  0% per le aziende che hanno avuto una riduzione del fatturato pari/superiore al 20% o che hanno avviato l’attività dopo l’1.1.2019;

§  0% per le aziende che rientrano tra i settori interessati a chiusure o limitazione delle attività di cui al DPCM 24 ottobre 2020.

§  9% della cassa richiesta per le aziende che hanno avuto una riduzione del fatturato inferiore al 20%;

§  18%, per le aziende che non hanno avuto riduzioni di fatturato nello stesso arco temporale.

La riduzione di fatturato, deve risultare dal confronto tra il primo semestre 2020 e il corrispondente semestre 2019.

 

I datori di lavoro dovranno completare la domanda con una dichiarazione di responsabilità, resa in base a quanto previsto dall’articolo 47 del Dpr 445/2020, che certifichi la riduzione di fatturato.

 

ESONERO CONTRIBUTIVO IN ALTERNATIVA ALLA FRUIZIONE DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI (art.12 commi 14-16)

Il Decreto Ristori ripropone la possibilità, per i datori di lavoro, di godere di un esonero contributivo in alternativa alla fruizione degli ammortizzatori sociali.

I datori di lavoro che non richiedono i trattamenti di integrazione salariale, previsti dal comma 1 dell’art. 12 del suddetto Decreto, possano fruire di un esonero dal versamento dei contributi previdenziali:

-          Per un ulteriore periodo di 4 settimane fruibili entro il 31 gennaio 2021;

-          Nel limite delle ore di integrazione salariale già fruite nel mese di giugno 2020.

Si attendono istruzioni dall’Inps per la fruizione dell’esonero.

 

 

RINUNCIA ALL’ESONERO CONTRIBUTIVO PREVISTO DAL DECRETO AGOSTO

È prevista la possibilità di accedere alle ulteriori 6 settimane di integrazione salariali previsti dal Decreto Ristori ai datori di lavoro che avevano optato per la fruizione dell’esonero contributivo già previsto dal D.L. Agosto, previa rinuncia di quanto richiesto e non goduto.

 

Detta rinuncia consente di accedere solamente alle ulteriori 6 settimane e non alle settimane previste dal D.L. Agosto.

 

 

DIVIETO DI LICENZIAMENTO (art.12 commi 9-11)

Il Decreto Ristori dispone la proroga del divieto di licenziamento fino al 31 gennaio 2021.

Le preclusioni e sospensioni previste non si applicano alle ipotesi di licenziamento motivate da:

-          cessazione definitiva dell’attività d’impresa con messa in liquidazione della Società;

-          accordo collettivo aziendale con incentivo all’esodo (stipulato con OO.SS.), limitatamente ai lavoratori che aderiscono a detto accordo a cui è comunque riconosciuta la Naspi;

-          fallimento, purché sia disposta la cessazione dell’attività di impresa.

 

 

SOSPENSIONE VERSAMENTO CONTRIBUTI (art.13)

Il Decreto Ristori concede la sospensione del versamento dei contributi previdenziali scadenti il 16.12.2020 di competenza del mese di novembre. Detta sospensione riguarda esclusivamente i datori di lavoro appartenenti ai settori interessati a chiusure o limitazione delle attività previsti dal DPCM 24 ottobre 2020.

Il versamento sarà effettuato senza applicazione di sanzione e interessi, in un’unica soluzione entro il 16 marzo 2021 o mediante rateizzazione fino ad un massimo di 4 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021.

 

LAVORO AGILE O CONGEDO PER I GENITORI (art.22)

Modifica all’articolo 21bis del Decreto Agosto che disciplina il lavoro agile per i genitori con figli in quarantena, elevando il limite di età dei minori da 14 a 16 anni, e introducendo inoltre il diritto di astensione dal lavorosenza corresponsione di retribuzione o indennità, né di riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoroanche nel caso in cui i figli siano impossibilitati a svolgere l’attività didattica in presenza in quanto sospesa.

Esclusivamente per i genitori con figli minori di 14 anni in quarantena o per i quali sia stata disposta la sospensione dell’attività didattica in presenza, se impossibilitati a svolgere l’attività lavorativa in modalità agile o alternativamente ad essa, è possibile fruire del congedo indennizzato dall’Inps.

 

SETTORI ECONOMICI INTERESSATI DAL DPCM 24 ottobre 2020

CODICE Ateco

DESCRIZIONE

493210

 Trasporto con taxi

493220

 Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente

493901

 Gestioni di funicolari, ski lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub

551000

 Alberghi

552010

 Villaggi turistici

552020

 Ostelli della gioventà¹

552030

 Rifugi di montagna

552040

 Colonie marine e montane

552051

 Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence

552052

 Attività di alloggio connesse alle aziende agricole

553000

 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte

559020

 Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero

561011

 Ristorazione con somministrazione

561012

 Attività  di ristorazione connesse alle aziende agricole

561030

 Gelaterie e pasticcerie

561041

 Gelaterie e pasticcerie ambulanti

561042

 Ristorazione ambulante

561050

 Ristorazione su treni e navi

562100

 Catering per eventi, banqueting

563000

 Bar e altri esercizi simili senza cucina

591300

 Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi

591400

 Attività di proiezione cinematografica

749094

 Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport

773994

 Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi

799011

 Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d'intrattenimento

799019

 Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio NCA

799020

 Attività delle guide e degli accompagnatori turistici

823000

Organizzazione di convegni e fiere

855209

 Altra formazione culturale

900101

 Attività nel campo della recitazione

900109

 Altre rappresentazioni artistiche

900201

 Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli

900209

 Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche

900309

 Altre creazioni artistiche e letterarie

900400

 Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche

920009

 Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo)

931110

 Gestione di stadi

931120

 Gestione di piscine

931130

 Gestione di impianti sportivi polivalenti

931190

 Gestione di altri impianti sportivi nca

931200

 Attività di club sportivi

931300

 Gestione di palestre

931910

 Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi

931999

 Altre attività sportive nca

932100

 Parchi di divertimento e parchi tematici

932910

 Discoteche, sale da ballo night club e simili

932930

 Sale giochi e biliardi

932990

 Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca

949920

 Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby

949990

 Attività di altre organizzazioni associative nca

960410

 Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali)

960420

 Stabilimenti termali

960905

 Organizzazione di feste e cerimonie

 

  Per leggere la circolare completa acceda alla sua AREA RISERVATA.