SeAv.completo.FUTURA
  1. Casa
  2. /
  3. News
  4. /
  5. Tutte
  6. /
  7. Circolare n. 21: Bando...

Circolare n. 21: Bando Export 2024 – Nuovi mercati per le MPMI Lombarde

La misura, promossa da Unioncamere Lombardia, è finalizzata a far crescere la competitività delle MPMI lombarde, la cui quota di export è inferiore al 20% del volume d’affari, sui mercati esteri attraverso un accompagnamento qualificato in grado di supportare le imprese nell’approccio a nuovi mercati contribuendo alla crescita e allo sviluppo dell’internazionalizzazione.

Si riportano di seguito le informazioni principali.

Sommario

Soggetti beneficiari

Contributo finanziario

Spese ammissibili

Presentazione della domanda

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di partecipazione le imprese che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere micro, piccola o media impresa;
  2. avere la sede operativa iscritta e attiva al Registro Imprese di una delle Camere di commercio della Lombardia dal momento della concessione dell’agevolazione;
  3. non abbiano effettuato, nell’anno solare precedente, operazioni di cessioni all’estero (esportazioni, operazioni assimilate alle esportazioni e cessioni intracomunitarie) per un importo superiore al 20% del volume d’affari ex art. 20 del DPR n. 633/72;
  4. essere in regola con il pagamento del diritto camerale annuale;
  5. non trovarsi in stato di liquidazione giudiziale;
  6. avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza), soci e tutti i soggetti indicati all’art. 85 del D.lgs. 06/09/2011, n. 159 per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 del medesimo D. Lgs. 06/09/2011, n. 159 (c.d. Codice delle leggi antimafia);
  7. essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori come attestato dal DURC on line;
  8. non avere forniture in essere con la Camera di commercio di pertinenza, ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135;
  9. non avere percepito, nei 2 anni precedenti, agevolazioni e/o incentivi regionali (concessi da Regione Lombardia o da Unioncamere Lombardia) finalizzati ad accrescere la competitività delle micro, piccole e medie imprese lombarde sui mercati esteri, tramite uno dei seguenti bandi:
    1. Bando Export 2023 (approvato con Determinazione D.O. UCL n. 102/2023);
    1. Bando Digital export 2022 (approvato con Determinazione D.O. UCL n. 45/2022);
    1. Bando Linea Internazionalizzazione 21-27 – Progetti per la competitività sui mercati esteri (approvato con d.d.u.o. n. 19050 del 23/12/2022 e s.m.i.).

Contributo finanziario

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute, al netto di IVA, come da tabella sottostante:

          INVESTIMENTO MINIMOINVESTIMENTO MASSIMO AGEVOLABILEIMPORTO CONTRIBUTO MASSIMO
€ 10.000,00€ 30.000,00€ 15.000,00

L’intensità dell’agevolazione è pari al 50% dei costi ammissibili.

A fronte dell’esaurimento delle risorse disponibili dei singoli territori l’entità del contributo potrà essere inferiore al 50% delle spese considerate ammissibili al netto di IVA per quanto riguarda l’ultima impresa finanziata del rispettivo territorio.

L’agevolazione è cumulabile, nei limiti della spesa sostenuta, con altre agevolazioni concesse per le medesime spese qualificabili come aiuti di Stato ai sensi degli articoli 107 e 108 del TFUE ivi incluse quelle concesse a titolo de minimis.

È consentito anche il cumulo con le misure generali che non si qualificano come aiuto di Stato (es. incentivi fiscali) nel limite del 100% dei costi ammissibili.

Spese ammissibili

Si ritengono ammissibili i progetti che, attraverso l’affiancamento di figure professionali (Manager Esperto di processi di Import Export e internazionalizzazione “EXIM Manager”, Temporary Export Manager “TEM”, Digital Export Manager “DEM”) elaborano una strategia di sviluppo aziendale volta a far crescere le imprese destinatarie della presente misura sui mercati esteri, internazionalizzando il proprio prodotto e sfruttando le opportunità (reali o digitali) che il mercato globale offre mediante le seguenti attività:

  • analisi e ricerche sui mercati esteri;
  • individuazione delle potenziali aree e dei mercati di interesse;
  • individuazione di nuovi clienti;
  • definizione e attuazione di un piano di sviluppo per l’export;
  • assistenza alla contrattualistica internazionale;
  • marketing online (piattaforme e-commerce, ecc);
  • cura della presenza online dell’azienda su più canali;
  • predisposizione della strategia di espansione;
  • strutturazione o rafforzamento di un team aziendale dedicato all’internazionalizzazione e all’espansione dell’azienda sui mercati esteri;
  • sviluppo o accrescimento delle competenze interne attraverso un affiancamento on the job.

I servizi di consulenza o formazione non possono in nessun caso ricomprendere le seguenti attività:

  • assistenza per acquisizione certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.);
  • realizzazione di piattaforme e-commerce e/o gestione di pagine social dell’impresa richiedente;
  • in generale, supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge o di consulenza/assistenza relativa, in modo preponderante, a tematiche di tipo fiscale, finanziario o giuridico;
  • formazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente.

L’EXIM Manager, TEM e/o DEM può fornire consulenza ad un massimo di 4 micro, piccole o medie imprese lombarde assegnatarie dei benefici oggetto della presente misura, e deve possedere i seguenti requisiti:

  • Esperienza in un ruolo analogo pari ad almeno cinque anni;
  • Attestato formale di conoscenze specifiche di analisi, selezione e sviluppo del mercato estero delle imprese, oltreché di identificazione delle strategie più efficaci per l’ingresso e il consolidamento della presenza in ambito internazionale, di cui alla norma UNI 11823:2021.

Tutte le spese devono:

  • essere sostenute e quietanziate a partire dalla data di approvazione del presente bando con Determinazione D.O di Unioncamere Lombardia entro il 31 dicembre 2024;
  • essere comprovate da fatture interamente quietanzate o documentazione fiscalmente equivalente, emesse dall’EXIM, TEM e/o DEM;
  • essere comprovate da documentazione bancaria o postale (con dicitura “eseguito/pagato”), comprensiva di estratto conto, attestante il pagamento per intero del titolo di spesa esclusivamente da parte del soggetto beneficiario;
  •  riportare nell’oggetto della fattura elettronica la dicitura “Spesa sostenuta a valere sul “BANDO EXPORT 2024” e il codice CUP indicato in graduatoria.

Presentazione della domanda

L’assegnazione del contributo avviene sulla base di una procedura valutativa “a sportello con presentazione della domanda e concessione delle risorse secondo l’ordine cronologico di invio telematico della domanda, fino all’esaurimento dei fondi a disposizione per ciascun territorio.

La procedura prevede due fasi:

  1. Presentazione della domanda di contributo: a partire dalle ore 10.00 del 4 luglio 2024 fino alle ore 12.00 del 16 settembre 2024.

Il procedimento di approvazione della domanda si conclude entro 60 giorni dalla data di presentazione e avviene solo dopo una verifica di ammissibilità formale e una valutazione tecnica, con la pubblicazione dell’elenco dei beneficiari, al quale viene inviata specifica comunicazione anche via Pec;

  • Rendicontazione delle spese: presentata telematicamente dalle imprese beneficiarie entro il 31 dicembre 2024. L’erogazione del contributo, una volta verificata la correttezza della documentazione, verrà effettuata entro 90 giorni dalla presentazione della rendicontazione

Lo Studio è a disposizione per la predisposizione e trasmissione della pratica. Per maggiori informazioni si prega di prendere contatto con lo Studio.